Sintetizzatore

Overview

Il Sintetizzatore è il pannello di controllo centrale di MuseScore per l'uscita audio. Tra le altre cose, permette di caricare le Librerie di suoni con strumenti dal suono diverso da utilizzare per la riproduzione, controllare i livelli di equalizzazione e volume, e modificare altri aspetti del suono in uscita.

Per visualizzare il Sintetizzatore, aprire VisualizzaSintetizzatore.

Le impostazioni del Sintetizzatore hanno effetto solo globalmente.—cioè se vengono aperte contemporaneamente più partiture non è possibile apportare modifiche alle impostazioni del sintetizzatore per una di esse che non si applichino alle altre partiture. Inoltre le, modifiche alle impostazioni del sintetizzatore si applicano alla sessione corrente—al successivo riavvio di MuseScore le impostazioni del sintetizzatore saranno quelle predefinite. Queste impostazioni predefinite possono essere modificate, tuttavia, in qualsiasi momento con un clic sul pulsante Reimposta come predefinito nel sintetizzatore per rendere le impostazioni correnti come predefinite per le sessioni successive.

È anche possibile salvare le impostazioni di una singola partitura e richiamarle, successivamente, con i pulsanti Salva nello spartito e Carica dallo spartito . Le impostazioni del sintetizzatore salvate in una partitura non saranno richiamate automaticamente all'apertura; è necessario indicare manualmente che le impostazioni per la partitura devono essere caricate con il pulsante Carica dallo spartito .

Le modifiche apportate nel sintetizzatore non saranno applicate nei file audio a meno che le impostazioni ssiano state salvate per la partitura con il pulsante Salva nello spartito .

Il dettaglio preciso delle opzioni è visibile nell'esempio di seguito Accordatura (below).

Librerie di suoni

Le Librerie di suoni sono file contenente una serie di suoni che MuseScore può utilizzare per la riproduzione. MuseScore è dotato di un SoundFont chiamato FluidR3Mono_GM.sf3; altre Librerie di suoni possono essere scaricate da internet (vedi l'Elenco di Librerie di suoni). Una volta proceduto ad Installare una Libreria di suoni, si può scegliere di utilizzarla per la riproduzione e controllare gli altri aspetti del suono in uscita con il sintetizzatore.

Per impostazione predefinita, il SoundFont FluidR3Mono_GM.sf3 deve essere caricato nel sintetizzatore:

Fluid in Synthesizer

Clic sul pulsante Aggiungi per caricare un'altra libreria di suoni installata nella directory SoundFont.

Nota: Se non è stato installato nessun altro SoundFonts, non ci sarà nessun'altra libreria di suoni da caricare. Per utilizzare un SoundFont per la riproduzione, deve essere stata eseguita la procedura Installare una Libreria di suoni (Che è un'azione unica) e poi caricato nel sintetizzatore (può essere fatto caso per caso, o impostato permanentemente).

Un SoundFont caricato può essere rimosso dal sintetizzatore (ma non disinstallare) selezionandolo dalla lista e facendo clic sul pulsante Cancellae se più librerie di suoni vengono caricate il loro ordine può essere organizzato con i pulsanti Su e Giù.

Se non è stato modificato alcun suono nel Mixer, il SoundFont in cima all'elenco sarà quello usato per la riproduzione. Tuttavia, se si sta utilizzando il mixer per suonare strumenti diversi con suoni provenienti da diverse librerie di suoni, riproduzione funzionerà correttamente solo se si hanno gli stessi SoundFonts caricati -nello stesso ordine- nel sintetizzatore Per questo, se si utilizzano più librerie di suoni, si consiglia di fare clic sul pulsante Salva nello spartito nel sintetizzatore, in modo che alla successiva apertura della partitura sia possibile richiamare l'elenco delle librerie di suoni caricate (e le altre impostazioni del sintetizzatore) con il pulsante Carica dallo spartito .

Eventualmente, è possibile utilizzare il pulsante Reimposta come predefinito per modificare le impostazioni predefinite del sintetizzatore in modo da non dover caricare le impostazioni da una partitura la volta successiva. In caso contrario, il sintetizzatore avrà le sue impostazioni originali di default nella vostra prossima sessione di MuseScore.

Volume

A destra nella finestra del sintetizzatore ci sono due cursori. Uno controlla il volume di riproduzione, l'altro controlla le opzioni del volume del metronomo incorporato. Come per tutto il resto dei controlli del sintetizzatore, tutte le modifiche fatte qui sono temporanee a meno che siano salvate nello spartito o salvate come nuova impostazione predefinita.

Volume slider in Synthesizer

Effetti

La scheda Effetti generali del sintetizzatore ospita l'unità di riverbero stereo Zita 1 e il compressore stereo SC4. I due slot "Effeto A" e "Effeto B," ntrambi con un elenco a discesa di effetti disponibili – tra cui la possibilità di impostare uno o entrambi i canali su "No Effect".
Master Effects in Synthesizer

Per memorizzare una configurazione di effetti come l'opzione di default per il sintetizzatore, fare clic sul pulsante Reimposta come predefiniti . Se in seguito si modifica la messa a punto degli effetti, è possibile ripristinare tutte le impostazioni originali facendo clic sul pulsante Carica predefinito .

È possibile memorizzare una particolare configurazione degli effetti di una partitura con un clic sul pulsante Salva nello spartito ; ocaricarli da una partitura con il pulsante Carica dallo spartito.

Zita 1 riverbero

Il modulo di riverbero stereo Zita 1 onsente di simulare l'atmosfera di qualsiasi cosa, da una piccola stanza ad una grande sala. Pre-delay, tempo di riverbero e il tono del riverbero può essere regolato finemente utilizzando i controlli a condizione che:

Delay: Impostare un pre-delay per il riverbero di 20-100 ms.
Low RT60 (bassa frequenza tempo di riverbero): Utilizzare la manopola grigia per regolare il mid-range (50-1000 Hz) della banda a bassa frequenza che si desidera modificare: le manopole verdi regolano il tempo di riverbero (1-8 secondi) di questa banda di frequenza.
Mid RT60 (Mid-range reverb time): Regola il tempo di riverbero (1–8 secs) della banda di frequenza mid-range.
HF Damping: Regola la componente ad alta frequenza del riverbero. Aumentando questo valore aumenta la frequenza del punto di cut-off e rende il riverbero più brillante e più lungo.
EQ1: Consente di tagliare o enfatizzare (da -15 a +15) una banda di frequenza (midrange = 40-2K Hz) nella parte bassa dello spettro.
EQ2: Permette di tagliare o enfatizzare (da -15 a +15) una banda di frequenza (midrange = 160-10K Hz) nella parte alta dello spettro.
Output: Controlla la quantità di effetto applicato. "Dry" è pari a nessun effetto. "Wet" indica il 100% di riverbero. "Mix" il 50/50 di bilanciameno del segnale wet:dry.

Nota. EQ1 and EQ2 influenzerà solo il tono del riverbero, non il segnale dry (non processato).

Per configurare rapidamente una correzione degli effetti, impostare "Uscita" su"Mix" e regolare il comando "Mid RT60" per il tempo di riverbero desiderato. Poi mettere a punto l'effetto come spiegato sopra.

Accordatura

Per gli strumenti della Partitura in Do MuseScore utilizza l'accordatura standard del diapason: La4 = 440Hz di default. Il valore può essere modificato tramite la scheda Accordatura del Sintetizzatore.

Synthesizer/Tuning

Come per tutte le altre impostazioni del sintetizzatore anche l'accordatura principale si riflette sulla riproduzione internamente a MuseScore ma non ha effetto sui file audio esportati (WAV, OGG, MP3) a meno che sia selezionata l'opzione Salva nello spartito

Cambiare l'accordatura principale

Nota: Si applica a tutti gli spartiti. Solo per la sessione corrente (l'accordatura si reimposta di default all'uscita da MuseScore). Si riflette sulla riproduzione internamente a MuseScore ma non ha effetto sui file audio esportati (WAV, OGG, MP3 e MIDI).

  1. VisualizzaSintetizzatore.
  2. Clic su Accordatura tab.
  3. Inserire un nuovo valore di Accordatura generale (la scala va dai valori minimo
    = 300 Hz; massimo = 600.0Hz; è preimpostata a 440Hz).
  4. Clic su Cambia accordatura.

Impostare l'Accordatura predefinita

Nota: Si applica a tutti gli spartiti. Alla corrente sessione e successive (fino a quando la si modifica di nuovo). Ha effetto sulla riproduzione ma non viene esportata nei file audio (WAV, OGG, MP3, MIDI).

  1. Modificare l'Accordatura principale come indicato sopra per la sessione corrente.
  2. Selezionare Reimposta come predefinita.

Cambiare l'accordatura per una singola partitura

Nota: Si applica alla partitura caricata per la sessione corrente, utilizzando il pulsante Salva nello spartito. Le impostazioni possono essere richiamate nelle successive sessioni con il pulsante Carica dallo spartito. Ha effetto sulla riproduzione e sui file audio esportati (WAV, OGG, MP3, MIDI).

  1. Cambiare l'Accordatura principale come indicato sopra per la sessione corrente.
  2. Selezionare Salva nello spartito.
  3. Ora otterrete questa nuova accordatura nei file audio esportati dalla partitura corrente ma le altre partiture saranno esportate con l'accordatura preimpostata. Tuttavia, a causa di una limitazione in MuseScore, è necessario fare clic su Carica da spartito per ottenere la corretta accordatura durante la riproduzione.
Hai una domanda senza risposta? Inseriscila nel forum.