Estrazione delle parti

Aggiornato 8 anni fa
Queste sono vecchie istruzioni per Musescore 1
Per Musescore 3 users, see Estrazione parti

Se avete scritto una partitura completa per musica d'insieme, MuseScore può creare gli spartiti contenenti le parti, sia per un singolo strumento (es. parte dell'oboe) che per un gruppo (percussioni).

Nella versione corrente di MuseScore, il processo per l'estrazione delle parti dalla partitura completa prevede due fasi principali:

  1. specificare quali strumenti devono essere presenti in ogni parte ("Definire le parti")
  2. creazione della parte vera e propria

Definire le parti

È possibile definire le parti in ogni momento dopo aver creato una nuova partitura. Per ogni partitura si devono definire le parti una sola volta, ma ovviamente è possibile tornare indietro e apportare delle modifiche se necessario. Le istruzioni seguenti utilizzano come esempio un quartetto di archi, ma gli stessi principi possono essere utilizzati per ogni formazione di musica di insieme.

  1. Dal menù principale selezionare FileParti...

    Quando aprite per la prima volta la finestra di dialogo "Selezione Parti" l'unico pulsante attivo è "Nuova"

  2. Nella finestra di dialogo "Selezione Parti" fare clic sul pulsante Nuova per creare una "definizione di una parte"

    La finestra di dialogo "Selezione Parti" mostra ora nel riquadro di sinistra la nuova parte e nel pannello di destra le proprietà della parte selezionata nel riquadro di destra

  3. Nel riquadro di destra inserite le parole che volete utilizzare come "Nome file" e "Titolo della parte"
    Nome file
    Corrisponde al nome del file proposto al momento di salvare la parte nel computer (obbligatorio)
    Titolo della parte
    Corrisponde al testo stampato sulla prima pagina della parte in alto a sinistra sotto il titolo (facoltativo)
  4. Scegliere lo strumento che si desidera visualizzare nella parte contrassegnando l'apposita casella nel riquadro di destra. Di solito si inserisce un solo strumento per ogni parte, ma a volte potrebbe essere necessaria una parte che includa più di uno strumento (come pentagrammi multipli di percussioni). MuseScore permette di inserire in una parte tutti gli strumenti desiderati.

    Nel riquadro di destra della finestra di dialogo "Selezione Parti", le proprietà della parte sono ora complete

  5. Per ogni parte da creare ripetere i passaggi da 2 a 4

    Nel nostro esempio ora tutte e quattro le parti del quartetto d'archi sono elencate nel riquadro di sinistra della finestra di dialogo

  6. Alla fine premere il pulsante Chiudi per uscire dalla finestra di dialogo "Selezione Parti"

Ora tutte le parti sono definite. Non è necessario ripetere questi passaggi fino a che non si aggiungono o tolgono strumenti. Nella versione corrente di MuseScore non è possibile dividere in parti separate un singolo pentagramma che contiene più voci. Ogni strumento che volete stampare in una parte separata deve avere un suo pentagramma nella partitura. È quindi necessario pianificare la struttura della partitura stessa.

Creazione delle parti

È possibile creare le parti in qualsiasi momento, ma è meglio farlo una volta finito di scrivere la partitura completa, oppure quando almeno un po' di musica è stata scritta per poter verificare come appariranno le parti:

  1. Dal menù principale selezionare FileParti... per aprire di nuovo la finestra di dialogo "Selezione Parti".
  2. Nel riquadro di sinistra fare clic per selezionare la parte che si vuole creare
  3. Premere il pulsante Crea Parte: nella finestra principale di MuseScore verrà aggiunta una nuova scheda contenente la parte appena creata

Ripetere i passaggi 2 e 3 per ogni parte da creare che si si vuole visualizzare o stampare. Se si fanno delle modifiche nella partitura completa è necessario ricreare le parti per poter visualizzare i cambiamenti.

Salvare le parti

Nella versione corrente di MuseScore le modifiche fatte alla partitura non sono collegate alle parti già create, così per ogni modifica è necessario intervenire sulle parti modificandole manualmente oppure ricreando le parti stesse seguendo i passaggi sopra descritti. Inoltre ogni parte creata deve essere salvata manualmente come file indipendente (selezionare FileSalva...), altrimenti andrà perduta al momento della chiusura della scheda. Di solito è utile salvare una parte dopo aver aggiustato la formattazione e l'impaginazione in maniera opportuna (intervenendo ad esempio con interruzioni di riga o di pagina).