Installare su Linux

Aggiornato 4 mesi fa

    Da MuseScore 2.0.3 puoi ottenere una copia per Linux direttamente dalla pagina di download, come per le versioni per Windows e Mac. Questo è possibile grazie al formato pacchetto AppImage, che può essere eseguito praticamente su ogni distribuzione Linux. Se preferisci, hai comunque l'opzione di installarlo nel modo tradizionale con il manager pacchetti della tua distribuzione (ma dovrai aspettare che il mantenitore incaricato lo impacchetti).
    Ovviamente, lo puoi costruire dalla source.

    AppImage

    Il formato AppImage è un nuovo modo per impacchettare le applicazioni per Linux. le AppImages sono portatili - non è necessario installarle - e possono essere eseguite su (quasi) tutte le distribuzioni Linux. Le dipendenze sono incluse nel file AppImage.

    Fase 1 - Download

    Prima di scaricare un file AppImage, devi conoscere l'architettura del tuo processore. Questi comandi del terminale te la mostreranno:

        arch

    o

        uname -m

    L'output sarà qualcosa come "i686", "x86_64" o "armv7":

    • i686 (o simile) - processore 32-bit Intel/AMD (usato su dispositivi vecchi).
    • x86_64 (o simile) - processore 64-bit Intel/AMD (laptop e computer moderni, e la maggior parte dei Chromebooks).
    • armv7 (o simile) - processore ARM (telefoni e tablet, Raspberry Pi 2/3 con ubuntu Mate, dei Chromebooks, solitamente 32-bit al momento).

    Ora puoi recarti alla pagina di download e trovare l'AppImage che più si adatta alla tua architettura. Una volta scaricato, il file avrà il nome di "MuseScore-X.Y.Z-$(arch).AppImage".

    Fase 2 - Permessi di esecuzione

    Prima che tu possa usare l'AppImage, dovrai avere il permesso di eseguirla come programma.

    Dal Terminal:

    Questo comando dà il permesso all’utente (u) di eseguire (x) l'AppImage. Funziona su tutti i sistemi Linux.

        cd ~/Downloads
        chmod u+x MuseScore*.AppImage

    Nota: Usa il comando "cd" per navigare alla cartella dove hai salvato l'AppImage.

    Da un File Manager:

    Se preferisci evitare la linea di comando, solitamente c'è un modo per fornire il permesso di esecuzione dall'interno di un File Manager.

    In GNOME File (Nautilus), semplicemente:

    1. Fai click destro su AppImage e seleziona "Proprietà".
    2. Apri la scheda “Permessi”.
    3. Attiva l’opzione chiamata “Consenti l’esecuzione come programma”.

    Il processo potrebbe variare in altri file manager.

    Fase 3 - Eseguilo!

    Ora dovresti riuscire a eseguire il programma facendoci doppio clic sopra!

    Probabilmente quando hai scaricato l’AppImage è stata salvata nella tu cartella Downloads, ma puoi spostarla quando vuoi (es. Potresti metterla sul Desktop per un accesso più facile). In caso decidessi di rimuoverla, ti basterà eliminarla.

    Installa l’AppImage (facoltativo)

    Puoi eseguire l’AppImage senza installarla, ma dovrai installarla se vuoi che sia completamente integrate con il tuo ambiente desktop. Questa operazione ha i seguenti vantaggi:

    • Aggiunge l’AppImage al tuo Menu Applicazioni o Launcher
    • Imposta le icone corrette per i file di MuseScore (MSCZ, MSCX) e quelli MusicXML (MXL, XML)
    • Rende l’AppImage Disponibile nella voce “Apri con...” nel menu del tasto destro del tuo File Manager

    Per installarla, esegui l’AppImage dal Terminal con l’opzione "install" (vedi qua sotto). Questo copia un file desktop e varie icone sul tuo computer. In caso volessi rimuoverle dovrai eseguire l'opzione "remove" prima di eliminare l'AppImage. Questo non eliminerà nessuna partizione creata con qualunque versione di MuseScore.

    Come usare le opzioni linea di comando

    Eseguendo l’AppImage dalla linea di comando avrai la possibilità di usare varie opzioni. L’AppImage ha alcune opzioni speciali oltre alle opzioni linea di comando di MuseScore.

    Dovrai cambiare cartella usando cd per spostarti dove l’AppImage è salvata nel tuo sistema, ad esempio:

        cd ~/Desktop
        ./MuseScore*.AppImage [opzione...]

    O potrai inserire il percorso dell’AppImage:

        ~/desktop/MuseScore*.AppImage [opzione...]

    Usa le opzioni "--help" e "man" per ottenere ulteriori informazioni sulle opzioni della linea di comando disponibili:

        ./MuseScore*.AppImage --help   # mostra una lista completa di opzioni linea di comando
        ./MuseScore*.AppImage man      # mostra la pagina manuale (spiega cosa fa ogni opzione)

    Pacchetti distribuzione

    Debian

    (Meglio prima, ma altrimenti durante o dopo) l’installazione di MuseScore, puoi installare uno o più soundfont (se non verrà installato nessun soundfont, le dipendenze ne metteranno uno adatto automaticamente):

    • musescore-general-soundfont-small: il soundfont MuseScore_General standard in formato SF3, come nelle versioni di Musescore per gli altri sistemi operativi
    • musescore-general-soundfont: il soundfont MuseScore_General ad alta qualità, come disponibile nel Manager estensioni
    • musescore-general-soundfont-lossless: il soundfont MuseScore_General ad alta qualità in formato SF2 non compresso: occupa molto più spazio sul tuo hard disk, ma offre la migliore qualità di suono e tempi di avvio estremamente brevi
    • fluidr3mono-gm-soundfont: il vecchio soundfont usato in Musescore 2.0 (predecessore di MuseScore_General), usalo solo se hai risorse estremamente minime o se ti serve
    • timgm6mb-soundfont: il vecchio soundfont usato in Musescore 1.3; non può sostituire gli altri, usalo solo se ti serve; estremamente piccolo

    Nota: solo il soundfont MuseScore_General (normale o alta qualità) supporta le dinamiche a singola nota (SND), e ti serve almeno la versione 0.1.6 di quei soundfont (da versioni non stabili o retroadattati) perché supportino le SND.

    Il comando sudo update-alternatives --config MuseScore_General.sf3 può essere usato ad ogni momento per selezionare il soundfont predefinito usato da MuseScore se ne installi più di uno (nota che il soundfont timgm6mb-soundfont non può essere selezionato).

    Poi installa il pacchetto musescore3 per MuseScore 3.x (al momento la versione stabile), o musescore per MuseScore 2.x (c’è anche musescore-snapshot per la versione instabile di anteprima). I pacchetti sono disponibili nelle seguenti distribuzioni:

    • musescore3: sid (unstable), bullseye (testing/Debian 11), buster-backports (stable/Debian 10), stretch-backports-sloppy (oldstable/Debian 9)
    • musescore: buster (stable/Debian 10), stretch-backports (oldstable/Debian 9), jessie-backports-sloppy (oldstable/Debian 8)
    • musescore-snapshot: experimental (usable on unstable)

    Vedi https://backports.debian.org/Instructions/ per istruzioni su come aggiungere una repository ufficiale Debian di retroadattazioni al tuo sistema e installare pacchetti da lì.

    Nota: senza le retroadattazioni appropriate, le vecchie versioni potrebbero essere disponibili: MuseScore 2.0.3 su stretch, MuseScore 1.3 su jessie. Usare la versione 2.3.2 per le partiture versione 2.x (o la conversione a 3.x) è fortemente raccomandato!

    Fedora

    1. Importa la chiave GPG:

      su
      rpm --import http://prereleases.musescore.org/linux/Fedora/RPM-GPG-KEY-Seve
       
    2. Vai alla pagina di download del sito MuseScore. Clicca sul link per la versione stabile per Fedora e scegli il pacchetto rpm adatto alla tua architettura.

    3. In base alla tua architettura, usa uno dei due set di comandi per installare MuseScore

      • per arch i386

        su
        yum localinstall musescore-X.Y-1.fc10.i386.rpm
         
      • per arch x86_64

        su
        yum localinstall musescore-X.Y-1.fc10.x86_64.rpm
         

    Se hai difficoltà con l’audio, vedi Fedora 11 e l’audio
    Vedi anche I suggerimenti per le varie distribuzioni sulla pagina di download.

    KDE neon 18.04 (bionic)

    I pacchetti kde neon sono costruiti su una repository separata da quella dei PPA normali di ubuntu, visto che questo è per noi l’unico modo per costruire pacchetti per KDE neon. A causa di limitazioni del Servizio di costruzione OpenSuSE usato, possiamo costruire solo per amd64 (PC a 64 bit), e non ARM (Slimbook o Pinebook remix).

    Tutti I comandi seguenti devono essere inseriti in un terminal, ognuno in una linea

    1. Rimuovi i PPAs di ubuntu (tutti e tre) dal tuo sistema se lo hai già configurato prima. Essi sono solitamente in /etc/apt/sources.list o uno dei file sotto /etc/apt/sources.list.d/; se hai usato add-apt-repository (il metodo raccomandato) per aggiungerli, potrai rimuoverli con: sudo rm -f /etc/apt/sources.list.d/mscore-ubuntu-ubuntu-mscore*

      KDE neon non è compatibile con i PPAs di ubuntu!

    2. Installa dei pacchetti standard (solitamente ci sono già, ma nel caso non ci fossero) per poter scaricare in modo sicuro la chiave firma della repository:

      sudo apt-get install wget ca-certificates
     
    1. Scarica (tramite connessione HTTPS sicura) e installa la chiave firma della repository:
      wget -O - https://download.opensuse.org/repositories/home:/mirabile:/mscore/bionic-neon/Release.key | sudo apt-key add -
     
    1. Attiva la repository:
      echo deb https://download.opensuse.org/repositories/home:/mirabile:/mscore/bionic-neon ./ | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/mscore.list
     
    1. Rendi i nuovi pacchetti disponibili:
      sudo apt-get update
     

    Ora è il momento di installare uno o più soundfont (idealmente dovresti installare il soundfont che vuoi prima di installare MuseScore):

    • musescore-general-soundfont-small: il soundfont MuseScore_General standard in formato SF3, come nelle versioni di Musescore per gli altri sistemi operativi
      • musescore-general-soundfont: il soundfont MuseScore_General ad alta qualità, come disponibile nel Manager estensioni
      • musescore-general-soundfont-lossless: il soundfont MuseScore_General ad alta qualità in formato SF2 non compresso: occupa molto più spazio sul tuo hard disk, ma offre la migliore qualità di suono e tempi di avvio estremamente brevi
      • fluidr3mono-gm-soundfont: il vecchio soundfont usato in Musescore 2.0 (predecessore di MuseScore_General), usalo solo se hai risorse estremamente minime o se ti serve
      • timgm6mb-soundfont: il vecchio soundfont usato in Musescore 1.3; non può sostituire gli altri, usalo solo se ti serve; estremamente piccolo

    Se salti questo procedimento, un soundfont adatto verrà installato automaticamente quando installi MuseScore.

    Nota: solo il soundfont MuseScore_General (normale o alta qualità) supporta le dinamiche a singola nota (SND), e ti serve almeno la versione 0.1.6 di quei soundfont (da versioni non stabili o retroadattati) perché supportino le SND.

    Il comando sudo update-alternatives --config MuseScore_General.sf3 può essere usato ad ogni momento per selezionare il soundfont predefinito usato da MuseScore se ne installi più di uno (nota che il soundfont timgm6mb-soundfont non può essere selezionato).

    Finalmente puoi installare l’ultima versione di MuseScore con sudo apt-get install musescore3 e quella vecchia 2.x con sudo apt-get install musescore (c’è anche musescore-snapshot per la versione instabile di anteprima).

    Ubuntu, Kubuntu, Xubuntu, …

    ATTENZIONE: queste istruzioni non sono per gli utenti di KDE neon (vedi sopra)!

    MuseScore 2.x (la versione vecchia) è disponibile dalla versione 18.10 (cosmic) a 19.10 (eoan) senza setup necessario. Versioni di ubuntu più vecchie hanno versioni di MuseScore più vecchie (18.04 (bionic) ha la 2.1, 16.04 (xenial) ha la 2.0, 14.04 (trusty) e 12.04 (precise) hanno la 1.3 e 1.2, rispettivamente). Similarmente alle istruzioni per Debian, raccomandiamo di usare la versione 2.3.2 per le partiture versione 2.x (o di convertirli a 3.x).

    Oltre alle versioni della distribuzione, il mantenitore Debian di MuseScore fornisce nuove versioni di MuseScore per vecchie versioni di ubuntu nei PPAs ufficiali.

    Per favore attiva la repository delle versioni stabili di MuseScore 3 sul tuo Sistema e poi installa il pacchetto musescore3, disponibile per tutte le versioni dalla 18.04 (bionic) in poi. (Non è possibile fornire MuseScore 3 per versioni di ubuntu più vecchie, poiché esse non hanno i requisiti minimi della versione di Qt necessaria a MuseScore 3)

    Se desideri installare MuseScore 2, attiva la repository delle versioni stabili di MuseScore 2 e installa il pacchetto musescore, disponibile per 12.04 (precise), 14.04 (trusty), 16.04 (xenial), e da 18.04 (bionic) in su. (Alcune versioni intermedie potrebbero avere versioni di MuseScore più vecchie ancora disponibili, ma è meglio aggiornare alle versioni LTS.) Sugli antichi 12.04 (precise) e 14.04 (trusty), questo aggiornerà la libreria Qt nel tuo Sistema, il che potrebbe provocare il malfunzionamento di software non correlato (e sulla versione 12.04 addirittura anche le librerie C++ sono aggiornate), intendiamoci; meglio aggiornare ad una nuova versione LTS.

    C’è anche una repository di Versioni di MuseScore Notturne (versioni di sviluppo instabili), da cui gli impavidi potranno installare il pacchetto musescore-snapshot, solo per LTS 18.04 (bionic).

    ATTENZIONE: queste PPAs sono solo per Ubuntu/Kubuntu/Xubuntu/… ma non per Debian o KDE neon!

    Come con Debian, puoi installare uno o più soundfont (meglio prima di installare MuseScore, ma se non lo farai, ne verrà installato uno adatto insieme a MuseScore):

    • musescore-general-soundfont-small: il soundfont MuseScore_General standard in formato SF3, come nelle versioni di Musescore per gli altri sistemi operativi
      • musescore-general-soundfont: il soundfont MuseScore_General ad alta qualità, come disponibile nel Manager estensioni
      • musescore-general-soundfont-lossless: il soundfont MuseScore_General ad alta qualità in formato SF2 non compresso: occupa molto più spazio sul tuo hard disk, ma offre la migliore qualità di suono e tempi di avvio estremamente brevi
      • fluidr3mono-gm-soundfont: il vecchio soundfont usato in Musescore 2.0 (predecessore di MuseScore_General), usalo solo se hai risorse estremamente minime o se ti serve
      • timgm6mb-soundfont: il vecchio soundfont usato in Musescore 1.3; non può sostituire gli altri, usalo solo se ti serve; estremamente piccolo

    Nota: solo il soundfont MuseScore_General (normale o alta qualità) supporta le dinamiche a singola nota (SND), e ti serve almeno la versione 0.1.6 di quei soundfont (da versioni non stabili o retroadattati) perché supportino le SND.

    Il comando sudo update-alternatives --config MuseScore_General.sf3 può essere usato ad ogni momento per selezionare il soundfont predefinito usato da MuseScore se ne installi più di uno (nota che il soundfont timgm6mb-soundfont non può essere selezionato).

    Do you still have an unanswered question? Effettua l'accesso per prima cosa per porre la tua domanda.