Cambio strumento lungo il pentagramma

Quando è necessario per un musicista raddoppiare un dato strumento, per una sezione di un brano, le istruzioni del cambio struento sono generalmente posizionate sopra il rigo, all'inizio della sezione. Nello stesso modo viene gestiro il ritorno allo strumento precedente.

MuseScore permette agli utenti di inserire una classe speciale di testo chiamato Cambio strumento per questo scopo. Questa classe di testo è diverso da quelli usati per Pentagramma or Sistema perchè si riflette sulla riproduzione e sul suono attribuito al nuovo strumento. Ci sono tuttavia alcune limitazioni alla funzionalità di questa funzione, in 2.0.x, che è preferibile approfondire prima dell'utilizzo.

  1. La trasposizione automatica alla relativa chiave, da Partitura in Do per gli Ottoni ed i Legni traspositori non è attualmente supportata. Per le modifiche strumenti notati in una chiave diversa (da Flauto in Do a flauto inMi♭; da Oboe a Corno inglese, ecc.), l'utilizzo del normale Testo di pentagramma per indicare il cambiamento è preferibile, e la trasposizione deve essere effettuata dopo l'inserimento della musica (utilizzando Note>Trasporto dal menù principale). Per evitare discordanze nella riproduzione, lo strumento assegnato a quel pentagramma dovrebbe essere disattivato nel Mixer (F10).

  2. Se è necessario ascoltare il suono del nuovo strumento in riproduzione, deve essere utilizzata la funzione del testo Cambio strumento. Comunque, dopo un cambio strumento lungo il pentagramma, dove i due strumenti sul pentagramma non sono notati nella stessa chiave, non bisogna tentare di inserire lle note direttamente dalla tastiera. Possono invece essere (a) incollate o (b) inserite prima di effettuare il cambio dello strumento. L'inserimento nelle battute seguenti il cambio dello strumento sono soggette a due noti bug del programma, che non possono essere risolti nelle versioni 2.0.x attuali senza compromettere la retrocompatibilità. (È stato risolto per la prossima versione stabile v.3.0.) Inoltre Partitura in Do deve rimanere attivato o sarà difforme dalla trasposizione. Per comodità degli utenti una copia della parte può essere salvata come file autonomo e le sezioni che lo richiedono trasposte alla relativa chiave prima della stampa della parte. (Notare che la trasposizione di una parte collegata influenzerà la partitura.)

  3. Quando si passa da uno strumento in Do a un altro, o da uno strumento traspositore ad un altro nella stessa chiave (da Tromba Si♭ a Cornetta in Si♭ cornet o Flicorno ecc.), il Testo Cambio strumento può essere utilizzato per garantire che il suono di riproduzione sia corrispondente al nuovo strumento. L'inserimento può essere fatto in modo usuale, e non è influenzato dai bug menzionati sopra.

Inserire un cambio strumento lungo il pentagramma

  1. Selezionare il punto iniziale della variazione
  2. Applicare "Instrument" dalla tavolozza Testo

    Text palette

  3. Fare doppio clic sul testo "Instrument" appena aggiunto (o Ctrl+A) per modificarlo

  4. Digitare il testo che si desidera visualizzare sulla partitura, poi fare clic altrove per uscire dalla modalità modifica.
  5. Clic del tasto destro sul testo e selezionare "Cambio strumento…"

    Menu: Instrument change

  6. Scegliere lo strumento e fare clic su OK

    Select instrument change

Formattare il Testo Cambio strumento

Notare che è possibile formattare il testo Cambio strumentonell'editor di testo che appare nella parte inferiore dello schermo, mentre si è in modalità di modifica del testo. Perchè le modifiche siano effettive il testo può essere prima evidenziato (con Ctrl+A o clic+trascinamento).

Text format bar

La formattazione del testo può anche essere eseguita modificando le Proprietà del testo. Queste sono accessibili con un clic destro sul testo, dopo aver lasciato la modalità di modifica. In alternativa, è possibile applicare uno Stile di testo (che applicherà le stesse modifiche a tutti i Testi Cambio strumento in tutto la partitura).

See also

Hai una domanda senza risposta? Inseriscila nel forum.