Forcelle

Aggiornato 3 mesi fa

    Le forcelle sono simboli utilizzati per indicare modifiche graduali del volume nella partitura. Sono di due tipi: crescendo (sempre più forte) e decrescendo (sempre più silenzioso).

    Crescendo and Decrescendo

    Aggiungere una forcella

    1. Selezionare un intervallo di note o di battute;
    2. Usare una delle seguenti scorciatoie:
      • <: per creare una forcella di crescendo.
      • >: per creare una forcella di diminuendo (decrescendo).

    In alternativa, usare una delle seguenti opzioni:

    • Selezionare un intervallo di note o di battute, e cliccare una forcella nella tavolozza Linee (doppio-click nelle versioni precedenti la 3.4).
    • Trascinare e rilasciare una forcella dalla tavolozza su una linea di pentagramma.

    Modificare lunghezza e altezza

    Una forcella è un tipo di Linea con proprietà di riproduzione sonora, e la sua lunghezza si modifica nello stesso modo:

    1. Entrare in modalità modifica sulla forcella. Cliccare quindi sulla maniglia finale che si desidera spostare:

      Crescendo shows handles and anchors in edit mode

    2. Usare una delle seguenti scorciatoie:

      • Maiusc+ per spostare la maniglia finale, e il suo ancoraggio, a destra di una nota o pausa.
      • Maiusc+ per spostare la maniglia finale, e il suo ancoraggio, a sinistra di una nota o pausa;

      Questo modo di estendere o accorciare la forcella mantiene l’integrità di riproduzione sonora e le permette di superare le interruzioni di linea:

      Crescendo anchor extends to the next note

    3. Per mettere a punto in modo preciso la posizione orizzontale di una maniglia finale (senza cambiare la riproduzione sonora), usare le seguenti scorciatoie:

      • per spostare la maniglia a destra di 0.1 sp.
      • per spostare la maniglia a sinistra di 0.1 sp.
      • Ctrl+ (Mac: Cmd+) per spostare la maniglia a destra di uno sp.
      • Ctrl+ (Mac: Cmd+) per spostare la maniglia a sinistra di uno sp.

    Per cambiare l’altezza di una forcella:

    • Regolare la maniglia inferiore alla bocca della forcella (per esempio il quadrato blu qui sotto):

    Adjust hairpin width

    Linee di Cresc. e Dim.

    In aggiunta alle forcelle, nella tavolozza Linee sono disponibili – con le stesse funzioni – le linee cresc.   _     _     _ e dim.   _     _     _. È possibile regolarne il testo, se necessario, tramite le opzioni nella sezione Dettagli linea di testo dell’Ispettore.

    Per trasformare una forcella nella sua equivalente linea di testo:

    • Selezionare la forcella e, nella sezione Forcella dell’Ispettore, selezionare la linea appropriata tra le opzioni della casella "Tipo".

    Copiare forcelle

    A partire dalla versione 3.1, una forcella può essere tagliata, copiata e incollata come un elemento di testo: vedere Sommario dei comandi taglia / copia / incolla.

    Per le versioni precedenti la 3.1, una forcella può essere solo duplicata: vedere Copiare linee.

    Modificare le proprietà di una forcella

    Le proprietà di una forcella possono essere modificate tramite l’Ispettore, come di seguito:

    • Elemento: Modificare il valore Y per cambiare la distanza della forcella sopra o sotto il pentagramma.
    • Linea: Modifica proprietà della linea quali colore, stile e spessore.
    • Dettagli linea di testo: Aggiungere testo e fissarne le proprietà.
    • Forcella:
      • Tipo: Cambia il tipo di forcella: crescendo, decrescendo o testo.
      • Punta cerchiata: Spuntare la casella box per attivarla.
      • Altezza: Ampiezza alla bocca della forcella.
      • Altezza continua: Ampiezza della forcella alla fine di una accollatura, prima che continui sulla accollatura successiva.
      • Posizione: Imposta la posizione della forcella sopra o sotto il pentagramma.
      • Gamma dinamica: Specifica se la riproduzione sonora relativa alla forcella si applica a pentagramma, parte (scelta predefinita) o accollatura.
      • Cambio intensità: … lungo l’arco della forcella; da 0 a 127.
      • Usa la dinamica di una singola nota (a partire dalla versione 3.1): Quando attiva (predefinito), permette alla forcella di modificare la dinamica di una singola nota se lo strumento consente tale tipo di dinamica.
      • Metodo della dinamica (a partire dalla versione 3.1): Imposta il metodo usato per riprodurre la dinamica: Lineare (predefinito), Facilita entrata/uscita, Facilita entrata, Facilita uscita, o Esponenziale.

    Riproduzione sonora delle forcelle

    Per impostazione predefinita, una forcella influisce sempre sulla riproduzione sonora quando si estende su una serie di note separate. Inoltre, per gli strumenti che supportano la dinamica di una singola nota (ad esempio archi, ottoni ecc.), la riproduzione sonora è abilitata anche per singola nota o per una serie di note legate. (Nota: Nelle versioni precedenti la 3.1 le forcelle influenzavano solo la riproduzione sonora tra note, non quella di note singole o legate).

    Una forcella influisce sulla riproduzione sonora solo se prima e dopo di essa sono presenti dinamiche appropriate. Per esempio, un crescendo fra le dinamiche p e f avrà effetto sulla riproduzione sonora; al contrario un diminuendo tra p e f verrà ignorato. E se tra p e f sono presenti due o più Crescendo, saranno tutti ignorati ad eccezione del primo.

    Una forcella può essere usata senza segni dinamici, regolando il "Cambio intensità" nell'Ispettore (valori compresi nell’intervallo da 0 a 127).

    Hai ancora una domanda senza risposta? Effettua l'accesso per prima cosa per porre la tua domanda.