Forcelle

Le Forcelle sono degli oggetti di tipo linea. Per inserire questi simboli per prima cosa selezionare l'intervallo di note cui applicarle.

  • <: Inserisce il simbolo crescendo
  • >: Inserisce il simbolo diminuendo

    One-measure crescendo

È possibile inserire questi simboli con un doppio clic nella tavolozza Linee mentre la nota è selezionata.

Modificare le forcelle

Dopo aver inserito una forcella nella partitura è possibile regolarla, estenderla o spostarla. Per regolare la lunghezza:

  1. Doppio clic sulla forcella per entrare in Modalità di modifica. Poi selezionare (con un clic) il punto finale da spostare:

    Crescendo shows handles and anchors in edit mode

  2. Maiusc+ o Maiusc+ sposta l'ancoraggio del punto finale selezionato, che determina quali note interesserà la riproduzione e consente alla forcella di estendersi attraverso le interruzioni di riga:

    Crescendo anchor extends to the next note

  3. o e Ctrl+ o Ctrl+ (Mac: Cmd+ o Cmd+) sposta il punto finale selezionato senza cambiare quello di ancoraggio. Questo metodo è adatto solo per piccoli aggiustamenti dell'aspetto visivo della forcella. Per estendere la forcella su più o meno note utilizzare Maiusc+ o Maiusc+ per modificare l'ancoraggio (vedi sopra). Il comando "Reset" Ctrl+R (Mac: Cmd+R) annullerà questi piccoli aggiustamenti, ma non modificherà l'ancoraggio.

    Crescendo visually extends beyond anchor point

Linee Cresc. e dim.

In aggiunta alle forcelle ci sono le linee cresc.   _     _     _ e dim.   _     _     _ con la stessa funzione nella tavolozza Lnee. Per modificare il testo (es. cresc. poco a poco, o decresc. invece di dim), fare clic destro sulla linea e scegliere Proprietà linea .....

Per trasformare una forcella nell'equivalente linea di testo :

  1. Selezionare la forcella.
  2. Da Ispettore, impostare lo "Stile della linea" su "Tratteggio ampio".
  3. Nell'Ispettore, mettere la spunta sulla casella "Linea testo".

Riproduzione delle forcelle

La riproduzione di crescendo e diminuendo è efficace solo da una nota a quella successiva; attualmente non è possibile cambiare la dinamica nel corso di una singola nota. Per impostazione predefinita le forcelle influenzeranno la riproduzione solo se prima e dopo di esse sono indicate le dinamiche .

Per esempio, un crescendo che comprende le note tra le dinamiche p ed f causerà un cambiamento dinamico durante la riproduzione. Tuttavia, tra due dinamiche successive solo la prima forcella corretta avrà effetto: un diminuendo tra p ed f sarà ignorato; di due o più crescendo tra p ed f, saranno ignorati tutti tranne il primo.

Una forcella può essere utilizzata senza segni dinamici, regolandone l' "Intensità" con l'Ispettore (valori dell'intervallo tra 0 a 127).

Hai una domanda senza risposta? Inseriscila nel forum.