riproduzione spartito - inspiegabile cambio di velocità

• Gen. 19, 2020 - 17:53

Salve a tutti,
qui sono nuovo, anzi nuovissimo, ancora da scartare.... :-) e terribilmente autodidatta.
Ho la necessità di trascrivere, con opportune modifiche, alcuni spartiti di musica corale.
Ho creato una nuova partitura (schema TTBB), inserito armatura di chiave (re maggiore) e metrica 4/4.
Ho inserito note su tutti i 4 pentagrammi completando circa 30 battute.
Sul primo gruppo di pentagrammi (perdonate se mi esprimo con termini impropri) appaiono 8 battute. Il resto prosegue nei prossimi gruppi di pentagrammi.
Pigiando il tasto triangolare "riproduzione", le prime 8 battute vengono riprodotte in modo ineccepibile. A partire dalla nona battuta la riproduzione aumenta inspiegabilmente di velocità, senza che io abbia minimamente inserito qualche indicazione al riguardo.
Ho provato, a inizio partitura, a forzare un metronomo = 100, ma non cambia nulla. Allora lo ho messo anche sulla nona battuta. Come non lo avessi messo, la riproduzione persiste a velocità superiore, e per quanto io indaghi ovunque (ispettori, commissari ecc. :-)), non ne vengo fuori.
Un aiuto sarebbe oro. Grazie fin d'ora.


Commenti

Benvenuto, allega il file *.mscz
Prova a selezionare l'indicazione (metronomo) con un clic destro->seleziona tutti gli elementi simili->Canc e reinserisci.

In risposta a by Shoichi

Forse sono io che non capisco.... intanto grazie ancora.
Tu dici che non rilevi il problema. Per me è evidentissimo: la durata delle battuta, a partire dalla battuta 9, è assai ridotta rispetto alle precedenti 8.
Note fuori estensione.... si , so di cosa parli, metterò a posto.
Note della voce 2.... altro problema che mi attanaglia, e non capisco come risolverlo. Mi sono letto un sacco di documentazione, senza capirci più di tanto. Ho letto anche interventi tuoi, nei quali parlavi della voce 1 che ha sempre la "prevalenza", e suggerivi di invertire la 1 con la 2.... se avessi bevuto mezza bottiglia di rum, avrei le idee meno confuse.... :-)
Mah.... rimango perplesso..., o meglio, ho molto da imparare.
E comunque è innegabile che dalla battuta numero 9, il treno regionale diventi un rapido.

In risposta a by Shoichi

Ti ringrazio molto di avermi (quasi) insegnato come eliminare le pause inutili (e indesiderate).
Relativamente al cambio tempo (accelerazione) il tuo file si comporta come il mio.
Osservo che, dalla battuta 9 (quella incriminata) in poi, manca l'indicazione metrica (4/4) ma credo che non sia necessaria, visto che c'è all'inizio e dovrebbe (credo) restare valida per tutta la partitura.

In risposta a by adalbis

Buon giorno Adalbis. E così siete in due a non rilevare il problema... Che sia il mio Musescore che ha problemi?
Questa mattina ho fatto così:
- ho cancellato 6 delle 8 battute iniziali, cosicché la incriminata nona battuta è diventata la terza. L'accelerazione di velocità nella riproduzione, prima riscontrata sulla nona battuta, ora si manifestava sulla terza (logico!).
- ho cancellato altre due battute iniziali. Ora, di fatto, la nona battuta diventava la prima. La riproduzione avviene alla solita elevata velocità (non certo i 120 di default).
- ho forzato un metronomo a 120. Solo a questo punto obbedisce.

Allora..... conclusione..... ho riaperto il file nella sua impostazione iniziale, alla nona battuta ho inserito un metronomo a 120, ma NON GLIENE PUO' FREGARE DI MENO!!
Come non lo avessi messo! C'è qualcosa di più forte, qualcosa che ha la prevalenza, ma cosa? Dove??

[EDIT] Se può aiutare a capire, la velocità di riproduzione sembra RADDOPPIARE. Dai 120 di default si passa a 60 (maldestramente da me cronometrati). Che ci sia un errore nelle battute? Ma perché da voi il problema non si avverte?

In risposta a by frirobi48

Grazie prof. frirobi per il tuo intervento.
La partitura sulla quale mi devo basare non l'ho scritta io. L'ha scritta il noto armonizzatore Lamberto Pietropoli (vedi immagine allegata).
Che io possa aver scritto delle schifezze è ampiamente possibile, ma che io abbia cercato di rispettare il "discutibile" tempo di 4/4 è altrettanto vero.
Così come è vero che Musescore è solo un software, non è permaloso, e non si ribella di sua iniziativa ad una partitura riscritta in modo tale da sembrare una schifezza.
Pertanto se in ciò che ho trascritto ho commesso errori, la colpa dell'anomalia è mia. Ma se la lunghezza delle battute, pur in 4/4, è rispettata, allora non credo di dover fare "ma culpa".
Oh mio signore ascolta.jpg

In risposta a by frirobi48

@infotel, salve, devo dire che in questo caso ha buona ragione frirobi48; un consiglio porta il brano assolutamente in 3/4! Detto questo, imposta il metronomo "semiminima = 56" e vedrai che tutto sarà un po' meglio. Come audio a me risulta perfetto; gli unici errori sono quelli già riscontrati da Shoichi ed uno in particolare, le "legature intersillabiche" (sinalefe) non sono corrette, dai uno sguardo al manuale.
https://musescore.org/it/node/278618
Un ultimo consiglio: scegli gli armonizzatori bravi! con tutto rispetto per quello sopra citato che comunque è un "esponente nell'ambito della musica corale di ispirazione popolare" (citazione Wikipedia).
Buona musica.

In risposta a by Claudio Riffero

provo a reinserire la mia risposta, visto che quella scritta in precedenza è da due giorni "in attesa di moderazione".

Grazie Claudio, della tua educata risposta.
Mi trovo fra due fuochi: da una parte voi, che mi esortate a portare il tutto in 3/4, dall'altra uno spartito scritto in 4/4 (libera interpretazione melodico-ritmica) da L. Pietropoli (https://it.wikipedia.org/wiki/Lamberto_Pietropoli) armonizzatore evidentemente non noto in questa sede, ma certamente nell'ambiente corale italiano ed estero.
Mi sento con le mani legate. Il coro, (e non solo il mio, basta guardare in youtube) lo esegue basandosi sulla partitura citata, quindi portare il brano in 3/4 equivale a smettere di cantarlo.

Per favore torniamo al mio quesito iniziale, se non vi dispiace: a prescindere dalle voci 1 e 2 scambiate (ho già messo a posto) e le legature intersillabiche, che ho certamente mal-usato (sono un principiante, lo ho scritto nel mio primo post), ho commesso errori di metrica? A me pare di no, anche perché Musescore me lo direbbe.

E allora perché dalla nona battuta in poi la velocità di riproduzione si raddoppia? Voi direte "ma che ti frega della riproduzione al PC, l'importante è quella del coro."
Già, però..... non dovrebbe essere così.
Corali saluti

Aggiungo che concordo con le considerazioni nel frattempo espresse da te Claudio, e da Micrologus che giustamente riconosce la paternità del brano a Remo Giazotto.
Posso solo aggiungere, sperando che anche questo mio post non finisca in coda di moderazione, per poi lì rimanere, che nel frattempo ho risolto il problema.
Grazie comunque a chi si è preso il tempo di rispondermi.

In risposta a by infotel

Buongiorno, ho provato a rielaborare l'introduzione secondo il metro dell'arrangiamento di Pietropoli: può vedere se così va meglio? Un consiglio nel caso in cui volesse far eseguire il brano ad un coro misto, come ha inserito in partitura: la parte di contralto ha una tessitura troppo estesa verso l'acuto, come del resto evidenziato in rosso dal programma stesso. Occorre semmai adattare l'estensione delle voci.

Allegato Dimensione
prova3Ter.mscz 24.4 KB

In risposta a by Micrologus

Micrologus, grazie ancora del tuo (possiamo darci del tu?) aiuto. Capisco che, per chi ne sa più di me (e ci vuol poco) l'armonizzazione in 4/4 possa far rizzare i capelli. Non mi sono presentato quale Maestro, e infatti no lo sono. Sono solo un semplice corista, musicista autodidatta e inesperto di Musescore. Insomma, come dicono a Napoli, non sono nato imparato.
Ho osservato le modifiche che hai apportato sul primo pentagramma, delle quali ti ringrazio. Vedo che hai inserito il metronomo a 56. Quella è la risposta al mio quesito. Lo ho capito ancora l'altro ieri quando ho impostato un metronomo a 60, e tutto è andato a posto. Rimane quella che voi definirete un'"atrocità", ossia la metrica in 4/4.
Il coro che la canta è esclusivamente maschile. Infatti ho già opportunamente impostato gli strumenti e/o l'estensione delle voci.
Sto imparando Musescore un po' alla volta, anche grazie all'aiuto che voi, a cominciare da Shoichi, mi avete dato.

In risposta a by Claudio Riffero

@infotel - Salve,
se di tuo interesse, puoi prendere visione degli allegati inerenti all'Adagio di Albinoni: te l'ho riscritto in 3/4.
Al posto tuo, abbasserei la tonalità di un tono (Lam) così i Tenori I. sarebbero un po' più "tranquilli"
...e poi, un mio personalissimo parere, eviterei la "terza piccarda, o di Piccardia" (terza maggiorizzata) sull'accordo finale (coronato) anche se sull'ascoltatore ha sempre un buon effetto.
Buona musica.

Allegato Dimensione
Oh mio Signore, ascolta!.pdf 39.51 KB
Oh mio Signore, ascolta!.mscz 29.89 KB

In risposta a by Claudio Riffero

@Claudio.... non ho parole!
Non ho parole perché ti sei preso il tempo e la briga di "convertire" la partitura da 4 a 3 quarti, e in tal modo mi hai concretamente aiutato. Confesso che, alla luce del risultato, sto seriamente pensando di orientarmi sulla tua versione.
Ti dico un pezzetto di verità che non ho ancora detto: provengo da un coro che cantava, come molti altri, la partitura di Pietropoli in 4/4. Per alterne vicende, dopo vent'anni ho lasciato il coro. Trascorsi alcuni mesi, mi sono lasciato convincere ad entrare a far parte di un altro coro, che non ha in repertorio questo motivo. Volevo proporlo al maestro, e quindi mi stavo adoperando per facilitare la cosa.
Alla luce del tuo lavoro, mi sembra cosa saggia proporre la tua versione (il maestro Pietropoli non lo verrà a sapere...). Magari toglierò la dicitura "Libera interpretazione melodico-ritmica".... :-)

Claudio, mi vengono spontanee alcune domande, finalizzate all'apprendimento di Musescore:
1. Hai riscritto tutto di sana pianta o hai sottoposto l'immagine della partitura a qualche software (Smartscore, Photoscore, SharpEye) che ne fa la scansione, per poi elaborarla?
2. Immagino che il passaggio da 4 a 3 quarti non sia fattibile con qualche magheggio di Musescore, ma sia frutto di un paziente lavoro. Mi confermi?
3. Osservo che hai mantenuto la struttura a due pentagrammi per tutte e quattro le voci. Io, da buon principiante, le avevo tenute separate. C'è qualche differenza?

GRAZIE ancora, sinceramente, per il concreto aiuto.

In risposta a by infotel

@infotel
Salve, ho veramente sempre poco tempo per dedicarmi al forum di MuseScore ma quando posso lo faccio volentieri soprattutto quando riesco a dare qualche consiglio utile a qualcuno che è in difficoltà.
Per quanto riguarda la trascrizione del brano da 4/4 a 3/4, non occorre nasconderla a nessuno tantomeno al M. Pietropoli poiché, per rispetto al suo operato, non ho cambiato nulla della sua armonizzazione.
Ora passiamo alle risposte:
1. Ho scritto tutto da "zero", molto velocemente e senza curarmi dell' "estetica editoriale" poiché doveva solamente essere una "guida" alla nuova trascrizione ritmica. Oltre a MuseScore non adopero assolutamente nessun altro software anzi, ti dirò che i miei ultimi 2 libri (http://www.riffero.it/libri-didattici.html) sono stati scritti esclusivamente con MuseScore (tranne le copertine: I. e IV.)
2. Come già detto sopra, ho preferito scrivere tutto da capo perché, per esperienza, alcuni "magheggi" portano via più tempo di quello necessario a riscrivere il tutto.
3. Ho mantenuto l'accollatura a 2 righi per per coerenza al tuo Pdf.
Quando il brano corale ha una scrittura prevalente omoritmica o con polifonia molto semplice, si tende ad usare l'accollatura a 2 pentagrammi: questo comporta il vantaggio di non dover fare le "parti staccate" per ogni sezione di voci. Nulla vieta però di scrivere su accollatura a 4 righi. Naturalmente questo tipo di accollatura è necessaria per musica corale polifonica ove 4 melodie e 4 linee di testo diversificate fra loro creerebbero solo confusione e quindi difficoltà di lettura in un'accollatura a 2 pentagrammi.
Spero di essere stato sufficientemente esaustivo.
Buona musica.

In risposta a by Claudio Riffero

Non speravo tanto, sinceramente!
Mi hai aperto gli orizzonti in maniera strepitosa. E questo, da una parte, mi dispiace, perché è l'implicita conferma che ho ancora moltissimo da imparare.
Hai anche risposto a tutte le mie domande, e allora io, subdolamente, te ne pongo un'ultima: per poter estrapolare separatamente le 4 voci, così da poterle, una per una, sia stampare che registrare in un file audio, è indifferente usare l'accollatura a 2 o a 4 righi?
Grazie ancora di tutto.
Corali saluti.

In risposta a by Claudio Riffero

@infotel (il file "CORO.mscz" è stato creato con l'ultima versione di MuseScore ovvero la 3.4)
Salve,
eccoti in allegato i Pdf delle parti staccate; avrei voluto allegarti gli mp3 ma non ci sono riuscito e qui chiedo l'aiuto prezioso di Shoichi (trascinando l'mp3 su "Scegli un file" non succede nulla).
Posso allegarti il file di MuseScore così potrai esportare in mp3 l'audio del Coro e delle singole voci. In questo file non preoccuparti se vedrai i "caratteri dei testi" un po' diversi graficamente, il motivo è che io non uso il font di default di Muse Score.
Ho fatto questo lavoro in via eccezionale esclusivamente per darti una mano visto che sei agli inizi però, ti consiglio vivamente di leggere attentamente tutto il manuale; solamente così potrai apprezzare le potenzialità di MuseScore.
Buona musica

Allegato Dimensione
Tenore I.pdf 207.09 KB
Tenore II.pdf 199.37 KB
Baritono.pdf 198.21 KB
Basso.pdf 198.75 KB
CORO.mscz 35.27 KB

In risposta a by Claudio Riffero

Durante il fine settimana esigenze familiari mi hanno "distratto", e quindi ho potuto tornare sull'argomento solo adesso.
Ho guardato la partitura CORO: semplicemente ECCELLENTE!
Devo ancora confrontarla con le precedenti, ma so già che sarà la release candidata a essere proposta al mio maestro.
E per via dell'apprendimento di Musescore, vedo che c'è veramente molto, incredibile per un software free.
Farò tesoro dei vostri suggerimenti che ora, uno per uno, mi andrò a rileggere.
Ringrazio te per esserti così concretamente adoperato nel darmi aiuto, senza però dimenticare gli altri utenti del forum che sono intervenuti.
Grazie a tutti, sinceramente.

Do you still have an unanswered question? Effettua l'accesso per prima cosa per porre la tua domanda.